L'ORIGINE DEI DEMONI

Origine dei Demoni è un cortometraggio horror fantasy, realizzato da Davide Cancila per l’Extreme Video.

Il presupposto della trama, come recita l’introduzione, è che agli albori della storia si sia combattuta una guerra tra esseri umani e demoni. Questi ultimi finirono esiliati in un’altra dimensione, e per poter mantenere un legame con il piano terreno strinsero dei legami di sangue con alcuni uomini, che resero poi riconoscibili incidendo loro un marchio sulla pelle.

Per difendere i mortali da queste presenze, comparve il Cacciatore di Ghiaccio, un essere sovrannaturale che si mostra solo quando e dove c’è bisogno di lui. Questo guerriero del Bene è vegliato da un Guardiano, una persona che dedica la sua esistenza a custodirlo in segreto nei momenti in cui esso dorme.

Il cortometraggio sviluppa questo mito. Padre Eliah, un giovane sacerdote esperto in lingue semitiche e in scienze esoteriche, viene chiamato da un certo Lukas presso un casolare diroccato che apparteneva al nonno di costui. Il vecchio, ultimo dei Guardiani, è morto improvvisamente, senza spiegare alcunché al nipote. Gli ha affidato un unico compito: abbattere una parete. Crollato l’ultimo mattone, Lukas si è trovato davanti un essere androgino avvolto in bende e incatenato a una sedia. Ai suoi piedi, un diario, scritto in diverse lingue antiche, per tradurre il quale si rendono necessarie appunto le competenze di Padre Eliah.

Il sacerdote cerca di scoprire quanto può leggendo le pagine ingiallite, mentre Lukas e la compagna Elena, entrambi marchiati, torturano la creatura prigioniera per estorcerle informazioni. Al calare della notte, giungono i demoni…

Il cortometraggio è stato realizzato con tanta abilità. Si ispira direttamente a classici come L’Esorcista o la saga dei morti viventi di Romero, con incursioni nell’horror orientale. La penuria di mezzi è compensata da una buona competenza del mezzo espressivo. La recitazione è paragonabile a quella di tanti film del genere proiettati sul grande schermo. I personaggi, pur rispettando stereotipi noti ai cultori dell’horror, hanno qualche piccola atipicità: il sacerdote è tutt’altro che invincibile; il Cacciatore è ambiguo, tanto che la sua natura positiva affiora lentamente.

La macchina da presa si muove sicura, il montaggio valorizza i trucchi, in gran parte artigianali, lo scontro abbonda di dettagli splatter. Il computer interviene solo quando davvero occorre, cioè quando il Cacciatore scatena tutta la sua energia mistica. I mostri compaiono nell’ultima parte del corto, e il loro arrivo è enfatizzato dalla lunga attesa.

Origine dei Demoni potrebbe apparire poco originale, però è ben realizzato e merita più di un’occhiata.

 

Cuccussette vi ringrazia della lettura.

Questa recensione è stata edita da TERRE DI CONFINE  https://www.terrediconfine.eu/origine-dei-demoni/

LEGGI ALTRi CORTOMETRAGGI

HOME